Strutture sanitarie

Le strutture sanitarie sono simili a quelle alberghiere dal punto di vista strutturale: le aree destinate all'alloggio coesistono affianco agli spazi tecnici. I requisiti igienico-sanitari sono tuttavia molto più severi, per riscaldamento e climatizzazione, come per la distribuzione dell'acqua.

Quando la regolazione della temperatura viene eseguita solo attraverso il riscaldamento, i radiatori sono generalmente dotati di testine con piccole aperture che limitano le polveri e, di conseguenza, l'inquinamento. L'impianto di climatizzazione tiene in considerazione le norme igieniche, includendo ulteriori misure di filtrazione, con effetti positivi o negative sulla pressione atmosferica nelle stanze.

Il design dei sistemi dell'acqua deve focalizzarsi sull'igiene assoluta. Trattamenti chimici e termici sono applicati sistematicamente ai circuiti. L'obiettivo è quello di impedire la proliferazione batterica (specialmente dei batteri della legionella).

A parte questo aspetto, la logica seguita è simile a quella degli impianti per edifici commerciali e adibiti a uffici. Le aree di reception, pronto soccorso e spazi analoghi sono spesso dotati di riscaldamento a pavimento a bassa temperatura, particolarmente idoneo per ambienti ampi.

Strutture sanitarie
1
2
3
4
5
6
7
Componenti dei generatori

Componenti dei generatori

La caldaia è posizionata in uno spazio tecnico apposito, a livello interrato o del tetto.
L'unità esterna del gruppo di raffreddamento è normalmente posizionata a livello del tetto.

Caldaia

  • Può essere installato un gruppo composto da gruppi pompa e collettori della gamma media e alta Meibes.  La gamma è modulare ed estesa, in grado di rispondere alle necessità della maggior parte dei sistemi.
  • Se il sistema utilizza gas naturale, i collegamenti possono essere effettuati con la linea di raccordi a pressare per impianti a gas SudoPresCOMAP (Ø35 o 42).

Gruppo di raffreddamento

  • Può essere installato un gruppo composto da gruppi pompa e della gamma a potenza media e alta Meibes e collettori. Occorre prestare una particolare attenzione all'isolamento termico.

Impianti sanitari

  • La produzione di acqua calda è generalmente abbinata al dispositivo di riscaldamento. Per garantire che gli occupanti dispongano di un accesso costante all'acqua calda, viene installato un boiler collegato a un serbatoio di accumulo ad elevata capacità.
Reti primarie

Reti primarie

Nelle strutture sanitarie, la rete primaria consiste generalmente in numerose colonne situate tra due stanze per gli ospiti. Queste colonne eseguono la distribuzione per gli impianti dell'acqua, di riscaldamento e di climatizzazione. Queste sono accessibili attraverso le aree tra le stanze.

Riscaldamento e climatizzazione

Impianti sanitari

I trattamenti obbligatori di disinfezione chimica, uniti a forti incrementi di temperatura, richiedono in pratica l'impiego di acciaio inossidabile che è in grado di garantire la durata degli impianti. I circuiti dell'acqua sono necessari per rispondere ai requisiti sanitari.

Interfacce

Interfacce

Negli ospedali, come in hotel e uffici, l'interfaccia si installa generalmente attraverso il semplice spillamento delle colonne montanti di ciascun piano per alimentare i circuiti orizzontali e le diramazioni di distribuzione.

Bilanciamento

Bilanciamento

  • Sul circuito primario dell'impianto di riscaldamento, è possibile installare le valvole Ballorex 750B adeguate per il diametro nominale del circuito.
  • Sul circuito primario dell'acqua calda, è possibile installare le valvole Ballorex 750 adeguate per il diametro nominale del circuito.
  • Sulle colonne dell'impianto di riscaldamento, è possibile installare le valvole di regolazione della pressione differenziale Ballorex Delta (DPCV).
  • Sulle colonne di ritorno dell'acqua calda, possono essere installate valvole Ballorex 750 (Ø 1/2").
  • Sui distributori, il bilanciamento si effettua tramite valvole di regolazione indipendenti dalla pressione Ballorex Dynamic (PICV) - vedere (6)
Reti secondarie

Reti secondarie

Nel settore ospedaliero, le reti secondarie di riscaldamento e climatizzazione sono solitamente installate a soffitto, con tubazioni canalizzate.

Riscaldamento e climatizzazione (canalizzati)

Radiatori

Acqua

Regolazione e componenti per i distributori

Regolazione e componenti per i distributori

Radiatori

Convettori

  • Il controllo e il bilanciamento dei distributori possono essere effettuati con valvole di regolazione indipendenti dalla pressione Ballorex (PICV), controllate da testine elettrotermiche (modello actumod o actu on/off a seconda del tipo di controllo desiderato). Un sistema di gestione tecnica centralizzata (GTC) controlla l'impianto nel complesso.

Trattamento e qualità delle acque

Trattamento e qualità delle acque

Negli ospedali e nelle strutture sanitarie, la pulizia delle reti deve essere assolutamente garantita, al fine di impedire la proliferazione batterica.

Al fine di proteggere le attrezzature, l'installazione di un'unità di raccolta fanghi di COMAP completa l'allestimento iniziale con un dispositivo di ritenuta ad elevata capacità sul circuito primario. Questo garantisce che le impurità dal circuito di riscaldamento collegato non ricircolino. I rischi di blocco totale o parziale o di corrosione prematura dovuti all'areazione differenziale sono limitati.

A seconda della durezza dell'acqua, il sistema può essere completato con un addolcitore d'acqua ad elevata capacità COMAP. Questo consente di evitare malfunzionamenti dovuti ai depositi di calcio. È necessaria una manutenzione regolare, attenta e documentata. 

Un generatore UVC di COMAP può essere installato sulle linee di alimentazione dell'acqua fredda e sui circuiti dell'acqua calda per eliminare tutti i germi residui nell'acqua, in abbinamento ai trattamenti termici periodici delle stesse reti. Il trattamento UV viene preferito ai trattamenti chimici per la longevità dell'attrezzatura.

1Componenti dei generatori

Per collegare i generatori di energia alle reti e assicurare l'affidabilità e la sicurezza del sistema.

Scopri

Componenti dei generatori

La caldaia è posizionata in uno spazio tecnico apposito, a livello interrato o del tetto.
L'unità esterna del gruppo di raffreddamento è normalmente posizionata a livello del tetto.

Caldaia

  • Può essere installato un gruppo composto da gruppi pompa e collettori della gamma media e alta Meibes.  La gamma è modulare ed estesa, in grado di rispondere alle necessità della maggior parte dei sistemi.
  • Se il sistema utilizza gas naturale, i collegamenti possono essere effettuati con la linea di raccordi a pressare per impianti a gas SudoPresCOMAP (Ø35 o 42).

Gruppo di raffreddamento

  • Può essere installato un gruppo composto da gruppi pompa e della gamma a potenza media e alta Meibes e collettori. Occorre prestare una particolare attenzione all'isolamento termico.

Impianti sanitari

  • La produzione di acqua calda è generalmente abbinata al dispositivo di riscaldamento. Per garantire che gli occupanti dispongano di un accesso costante all'acqua calda, viene installato un boiler collegato a un serbatoio di accumulo ad elevata capacità.

2Reti primarie

Per trasportare l'energia da uno o più generatori al resto del sistema.

Scopri

Reti primarie

Nelle strutture sanitarie, la rete primaria consiste generalmente in numerose colonne situate tra due stanze per gli ospiti. Queste colonne eseguono la distribuzione per gli impianti dell'acqua, di riscaldamento e di climatizzazione. Queste sono accessibili attraverso le aree tra le stanze.

Riscaldamento e climatizzazione

Impianti sanitari

I trattamenti obbligatori di disinfezione chimica, uniti a forti incrementi di temperatura, richiedono in pratica l'impiego di acciaio inossidabile che è in grado di garantire la durata degli impianti. I circuiti dell'acqua sono necessari per rispondere ai requisiti sanitari.

3Interfacce

Per distribuire e separare il flusso nelle reti.

Scopri

Interfacce

Negli ospedali, come in hotel e uffici, l'interfaccia si installa generalmente attraverso il semplice spillamento delle colonne montanti di ciascun piano per alimentare i circuiti orizzontali e le diramazioni di distribuzione.

4Bilanciamento

Per controllare il flusso e assicurare la distribuzione ottimale attraverso la rete.

Scopri

Bilanciamento

  • Sul circuito primario dell'impianto di riscaldamento, è possibile installare le valvole Ballorex 750B adeguate per il diametro nominale del circuito.
  • Sul circuito primario dell'acqua calda, è possibile installare le valvole Ballorex 750 adeguate per il diametro nominale del circuito.
  • Sulle colonne dell'impianto di riscaldamento, è possibile installare le valvole di regolazione della pressione differenziale Ballorex Delta (DPCV).
  • Sulle colonne di ritorno dell'acqua calda, possono essere installate valvole Ballorex 750 (Ø 1/2").
  • Sui distributori, il bilanciamento si effettua tramite valvole di regolazione indipendenti dalla pressione Ballorex Dynamic (PICV) - vedere (6)

5Reti secondarie

Per alimentare tutti i distributori di riscaldamento e acqua.

Scopri

Reti secondarie

Nel settore ospedaliero, le reti secondarie di riscaldamento e climatizzazione sono solitamente installate a soffitto, con tubazioni canalizzate.

Riscaldamento e climatizzazione (canalizzati)

Radiatori

Acqua

6Regolazione e componenti per i distributori

Per regolare il flusso nel sistema e fornire il livello di comfort desiderato in ogni stanza.  

Scopri

Regolazione e componenti per i distributori

Radiatori

Convettori

  • Il controllo e il bilanciamento dei distributori possono essere effettuati con valvole di regolazione indipendenti dalla pressione Ballorex (PICV), controllate da testine elettrotermiche (modello actumod o actu on/off a seconda del tipo di controllo desiderato). Un sistema di gestione tecnica centralizzata (GTC) controlla l'impianto nel complesso.


7Trattamento e qualità delle acque

Proteggere il sistema a lungo termine e fornire una qualità ottimale delle acque

Scopri

Trattamento e qualità delle acque

Negli ospedali e nelle strutture sanitarie, la pulizia delle reti deve essere assolutamente garantita, al fine di impedire la proliferazione batterica.

Al fine di proteggere le attrezzature, l'installazione di un'unità di raccolta fanghi di COMAP completa l'allestimento iniziale con un dispositivo di ritenuta ad elevata capacità sul circuito primario. Questo garantisce che le impurità dal circuito di riscaldamento collegato non ricircolino. I rischi di blocco totale o parziale o di corrosione prematura dovuti all'areazione differenziale sono limitati.

A seconda della durezza dell'acqua, il sistema può essere completato con un addolcitore d'acqua ad elevata capacità COMAP. Questo consente di evitare malfunzionamenti dovuti ai depositi di calcio. È necessaria una manutenzione regolare, attenta e documentata. 

Un generatore UVC di COMAP può essere installato sulle linee di alimentazione dell'acqua fredda e sui circuiti dell'acqua calda per eliminare tutti i germi residui nell'acqua, in abbinamento ai trattamenti termici periodici delle stesse reti. Il trattamento UV viene preferito ai trattamenti chimici per la longevità dell'attrezzatura.